Sagrantino di Montefalco
I migliori abbinamenti

Il Sagrantino di Montefalco DOCG è il vino rosso umbro per eccellenza.
Come si può degustare al meglio questo grande vino? Quali sono i migliori abbinamenti che lo valorizzano?

Per capire ed apprezzare al meglio il Sagrantino di Montefalco dobbiamo innanzitutto conoscerlo. Ecco, allora, qualche informazione utile riguardo al Sagrantino di Montefalco.

Partiamo col dire che il Sagrantino di Montefalco è frutto della vinificazione in purezza delle uve dell’antichissimo vitigno autoctono Sagrantino – ovvero 100% uve Sagrantino di un territorio umbro rigidamente definito dal disciplinare di produzione.
Questo vitigno dà origine ad un vino di grande corpo, struttura e, soprattutto, tannicità. Quest’ultima caratteristica può venir “domata” e resa utile ai fini della grandezza qualitativa di questo vino solo grazie ad un lungo invecchiamento, previsto, ovviamente, dal disciplinare.
Al momento della commercializzazione i tannini si saranno arrotondati, andando ad equilibrarsi con le altre componenti caratteristiche del vino.
Il Sagrantino di Montefalco, così, al palato risulta avvolgente, vellutato, ampio e caldo, al gusto intenso, di spessore, corposo, alcoolico e tannico, dall’acidità equilibrata e dal finale molto persistente.

Gli abbinamenti
Quello che abbiamo appena descritto è un vino decisamente impegnativo, che richiede, al suo fianco, prodotti e piatti dai gusti altrettanto complessi e intensi.
Essendo un vino strettamente legato al suo territorio d’origine, sia per la limitatezza dell’area geografica in cui viene permessa la sua vinificazione, sia per l’antichità del vitigno utilizzato, legato a tradizioni antichissime, il Sagrantino di Montefalco trova un perfetto abbinamento con i piatti e i prodotti tipici umbri.

Segnaliamo, in particolar modo, i piatti a base di carne, soprattutto selvaggina, in svariate preparazioni, come i più classici arrosti, i saporiti stufati e gli stracotti.
Interessantissimo è l’abbinamento con i formaggi dalle lunghe stagionature, di cui la tradizione gastronomica umbra è ricchissima e con il tartufo, altra grande ricchezza del nostro territorio.

Da non trascurare anche come accompagnamento di primi piatti rustici, come gli umbricelli – o umbrichelli – con il ragù casereccio o di selvaggina e, naturalmente, al tartufo.

Il Sagrantino di Montefalco è anche il vino che si accompagna ai piatti tipici del periodo pasquale, ovvero la torta pasquale umbra e i piatti a base di agnello.